Il mondo non basta

Il mondo non basta
"...Se non bastasse...se non bastasse ogni singola goccia di carburante esistente per portarti in ogni anfratto del nostro pianeta???...e se nemmeno bastassero dieci o cento vite per raggiungere ogni orizzonte???....Non lo so ancora, so solo che non basta il mondo intero per riempire un uomo..."

lunedì 16 maggio 2011

Pubmed e Kwashiorkor: la maledizione del primogenito.

Avventurandomi nello studio della Patologia Generale che sembra non finire mai  (peggio ancora, fa apparire ogni essere umano apparentemente sano un plurimiracolato) mi sono imbattuto in una patologia dal nome alquanto suggestivo: il Kwashiorkor. E' una forma di malnutrizione che colpisce molti bambini dei paesi sottosviluppati, in particolar modo dell'Africa subsahariana. L'etimologia mi attrae istantaneamente: è una parola in lingua Ga del Ghana e significa "la malattia del primogenito quando nasce il secondo". Questa sorta di parola magica da stregone mi catapulta con il pensiero in una realtà veramente drammatica, quella del sottosviluppo, quella della morte per fame. Ritenni giusto interessarmi alla questione interrogando PubMed e scoprendo se nella miriade di testi e articoli, qualcuno si fosse degnato anche di considerare quelle disumana realtà. Sì, qualcuno l'aveva considerata. Con una parola così inusuale non imposto subito i "limits", convinto che i risultati sarebbero stati esigui: in effetti ho ottenuto "solamente" 2700 risultati. Sulla parte destra della finestra mi vengono presentate delle ricerche consigliate come "kwashiorkor disease" "kwashiorkor treatment". Clicco su "treatment" convinto che la ricerca avrebbe dato un numero più ristretto di articoli. Molti sono a pagamento allora imposto la ricerca solo su "free article" : ne ottengo 178. Inizio a scartabellare. Trovo un articolo scritto in maniera molto chiara che analizza il problema correlandolo da un punto di vista statistico con la prevalenza di altre malattie infettive  del continente africano.

Qui siamo in Nigeria: 

La malattia è dovuta ad una grave malnutrizione (protein-energy malnutrition, PEM) che comporta la perdita di funzioni epatiche, accumulo di grasso nel fegato, produzione di radicali liberi lesivi per i tessuti ed edema. Il termine ghanese mette in evidenza il fatto che insorga nei primogeniti quando vengono svezzati e nutriti con diete assai povere di proteine per poter allattare il secondogenito. Spesso i bambini presentano la malnutrizione in aggiunta ad altre patologie o infezioni gravi che peggiorano la situazione già critica. Uno studio del 1995 compara il semplice albume d'uovo con il latte come miglior alimento per prevenire la perdita eccessiva di proteine. La spunta il latte, integratore proteico "naturale" per l'uomo:

Qui siamo in Malawi:

Molte vite possono essere salvate con l'educazione delle madri alla salute propria e dei figli nei primi anni di età, con un bicchiere d'acqua, sale e zucchero un bambino affetto da diarrea e disidratazione scampa alla morte. 

Non ho potuto fare a meno di apprezzare l'impostazione scientifica degli articoli presenti in PubMed perfettamente suddivisi in ipotesi, soggetti e metodi, risultati e conclusioni, almeno negli articoli "clinical trial". Non solo è una facilitazione notevole per la comprensione e la ricerca in sé, ma anche una linea guida per la nostra mente in via di sviluppo che necessità costantemente di "organizzare" e "classificare" tutto ciò che ci circonda per dare veramente un senso ai propri sforzi. 










Nessun commento:

Posta un commento

CALCIOMERCATO.IT